Advocacy: promozione della salute sessuale e dei diritti sessuali tramite la politica in Svizzera

Advocacy significa impegnarsi a favore di qualcosa, sostenere qualcosa. SALUTE SESSUALE SVIZZERA contempla l’advocacy tra le proprie attività. In concreto, ci impegniamo sul fronte politico per promuovere la salute sessuale e per il rispetto, il riconoscimento giuridico e la realizzazione dei diritti sessuali. A questo scopo siamo in contatto con esponenti del mondo politico e con le autorità.

La politica influenza il contesto della nostra sessualità. La promozione della salute sessuale e la realizzazione dei diritti sessuali di tutte le persone dipendono da decisioni politiche. Il Parlamento decide ad esempio se e quali tematiche concernenti la salute sono importanti e stabilisce chi ha diritto a usufruire di determinati servizi e chi no. In tal modo possono risultare escluse determinate categorie di persone; ad esempio migranti, disabili o persone in povertà. D’altra parte, la politica può intraprendere interventi correttivi, vietare e arginare le discriminazioni. Ad esempio, spetta al Parlamento adottare misure incisive contro la violenza sessuale e assicurare il finanziamento. 

SALUTE SESSUALE SVIZZERA partecipa alla vita politica con particolare riguardo per la salute sessuale e i diritti sessuali. Formuliamo raccomandazioni, commentiamo l’attualità politica, segnaliamo lacune e proponiamo nuovi temi nel dibattito politico. Prendiamo posizione su attività politiche nazionali e internazionali della Svizzera. Ci adoperiamo affinché la promozione della salute e dei diritti sessuali progredisca. Vogliamo che la Svizzera ottemperi al principio «non lasciare indietro nessuno» dell’agenda 2030 dell’ONU per lo sviluppo sostenibile, secondo il quale nessuno deve essere discriminato. 

SALUTE SESSUALE SVIZZERA svolge attività di advocacy a livello internazionale, nazionale e cantonale: